Dritto al punto
  • I bonus “standard” ai dipendenti sono quelli più utilizzati, ma sono molto meno vantaggiosi dei fringe benefit o dei premi di produzione a livello di netto. Il dipendente paga tasse e contributi come per il normale stipendio
  • Puoi decidere tu a chi dare un bonus e quanto dare: non servono accordi a livello aziendale

Un po’ di contesto

Puoi valutare di incentivare il lavoro dei tuoi dipendenti pagando loro dei premi in denaro sulla base di accordo con il singolo dipendente, regolamento aziendale o semplicemente perché ti va di farlo (e.g. come regalo di natale). Vediamo insieme come.

Come prevedere il bonus

I bonus “una tantum” e i premi non sono obbligatori.

Puoi liberamente decidere:

  • quando erogarli:
    • prevedendo le modalità in un accordo con i singoli dipendenti o nel tuo regolamento aziendale
    • liquidandoli per situazioni particolari (e.g. Natale) o per gratificare i tuoi dipendenti
  • a chi darli:
    • al singolo, a gruppi di dipendenti o a dipendenti in certi settori

Quanto ti costa

Questi premi non rientrano in nessuna delle categorie per le quali sono previste agevolazioni fiscali, e quindi:

  • tu dovrai pagare i normali contributi INPS
  • il dipendente pagherà imposte e contributi come per il resto della retribuzione (si sommano al suo reddito)

Esempio

Premio : 1.000€

Costo azienda: ~1.400€

Netto dipendente: da ~550 a ~750€1

Differenze con altri premi

Bonus vs Fringe Benefit

I Fringe Benefit sono beni o servizi che tu puoi dare ai tuoi dipendenti e che, entro certe soglie, non prevedono il pagamento di contributi e imposte né per te né per il tuo dipendente (per saperne di più leggi qui!) mentre i premi sono erogati in denaro.

Bonus vs Premio Produttività

Mentre i bonus puoi darli con modalità e tempistiche che decidi tu, i premi di produttività devi prevederli con un accordo con i sindacati, che contiene:

  • gli obiettivi di incremento di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione
  • le tempistiche per raggiungere gli obiettivi
  • i criteri di verifica e misurazione della crescita
  • l’ammontare del premio e le tempistiche di erogazione

I premi produttività fino a 3.000€ sono tassati meno (il 5%per il 2024) per i dipendenti con un reddito inferiore agli 80k nell’anno precedente.

Esempio

BonusPremio produttività
Importo1000€1000€
Costo azienda~1400€~1400€
Netto dipendente~750€~860€

Differenze tra bonus, fringe benefits e premio produttività

BonusFringe benefitsPremio produttività
Erogato in denaro✅✅
Erogato in beni e/o servizi✅
Totalmente detassato fino a raggiungimento soglie✅
Parzialmente detassato fino a raggiungimento soglie✅
Tassazione ordinaria✅
  1. il netto varia in base alle tasse che paga il lavoratore ↩︎
Autore dell’articolo
Margherita M. Pili Margherita M. Pili Assistente Legale
Margherita è assistente legale presso un primario studio di avvocati giuslavoristi, dove lavora da oltre 8 anni. Ha una passione per la semplificazione e una profonda conoscenza della legge del lavoro.

Nota rapida: questa non deve essere considerata una consulenza fiscale. Poiché le norme fiscali cambiano nel tempo e possono variare a seconda del luogo e del settore, consultate un commercialista o un consulente fiscale per avere indicazioni specifiche. Trova un consulente paghe con Jet HR.

Revisionato da

Questa pagina è stata verificata tramite un processo a 3 fasi: scrittura, controllo e chiarezza. Scopri e leggi il nostro processo d i revisione.