Che tipo di contratto fare con il founder

Il founder di una start-up di base è sempre socio della società (cioè ha delle quote sociali). Oltre alla qualifica di socio, può essere:

  1. amministratore (con o senza compenso)
  2. dipendente
  3. altri casi particolari – da discutere con il tuo consulente del lavoro

Socio che lavora o socio di capitale

Per il solo fatto di avere quote della sua startup, il founder può trovarsi a gestire della burocrazia obbligatoria:

  • se founder versa solo il capitale e non lavora operativamente per la società → nessuna formalità
  • se founder lavora operativamente per la società → c’è della burocrazia che dipende dal codice Ateco dell’azienda (commerciale vs industriale, vedi Domande frequenti)

Founder Amministratore

Oltre a essere socio, di solito il founder è anche amministratore: può essere amministratore unico o un membro del CdA della startup (a seconda del modello di amministrazione che viene applicato). Il contratto da usare in questo caso è il co.co.co. (”collaborazione coordinata e continuativa”), che è un contratto:

  • a metà tra un contratto da dipendente e di lavoro autonomo
  • che costa all’azienda circa il 10% in meno di un contratto da dipendente, ma circa il 20% in più di una partita IVA
  • che paghi con i cedolini, come un normale dipendente. Leggi di più qui

Di norma, un founder amministratore percepisce anche un compenso; può capitare, però, che decida di lavorare gratuitamente: in questo caso, la scelta di non ricevere un compenso dovrà risultare dal verbale dell’assemblea dei soci

Founder dipendente

Un founder che lavora operativamente per la start-up può essere inquadrato come un normale dipendente. Questo può capitare:

  • quando ci sono più founder, ma solo uno è amministratore e gli altri decidono di essere dipendenti
  • in una fase più avanzata della start-up, per tutelare il founder come un normale dipendente

Attenzione! Di norma, se il founder è amministratore non può essere dipendente: può esserlo solo se ha dei poteri limitati come amministratore (perché banalmente non può essere datore di lavoro di sé stesso). Ad esempio, se c’è un CdA che gestisce il personale, a quel punto l’amministratore può essere anche dipendente ed essere inquadrato come lavoratore subordinato

Altri casi particolari

In alcuni casi, può capitare che il founder sia anche libero professionista (ad es: avvocato o medico, iscritti all’albo) e lavori in P.Iva. Se rientri potenzialmente in questo caso, parlane con il tuo consulente del lavoro per conoscere i rischi di lavorare per la tua startup in P.Iva

Qual è il costo azienda del founder?

Tipo di contrattoRAL / compensoCosto azienda
Amministratore (cococo)40.000€~49.5k€
Dipendente40.000€~55k€
Partita Iva40.000€40k€

Domande Frequenti

Quali formalità deve fare il founder socio della start-up?

Se il codice Ateco è commerciale, deve sia iscriversi alla gestione commercianti dell’INPS e pagare i relativi contributi, sia fare una comunicazione apposita all’INAIL DNA Soci e pagare i relativi premi. Se il codice Ateco è industriale, deve fare solo la comunicazione all’INAIL e pagare i premi.

Autore dell’articolo

Nota rapida: questa non deve essere considerata una consulenza fiscale. Poiché le norme fiscali cambiano nel tempo e possono variare a seconda del luogo e del settore, consultate un commercialista o un consulente fiscale per avere indicazioni specifiche. Trova un consulente paghe con Jet HR.

Revisionato da
Maurizio Pili Maurizio Pili Consulente del lavoro

Percorso di studi

  • Laurea in economia all’università di Cagliari nel 2011
  • Abilitazione a Consulente del Lavoro nel 2018

Biografia
Maurizio Pili è un consulente del lavoro del Jet HR Partner Network. È iscritto all’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Cagliari con numero 819. E’ specializzato in organizzazione e sviluppo aziendale, welfare e ottimizzazione dei costi del personale. Ha più di 10 anni di esperienza nel mondo HR.

“Le aziende sono il motore della nostra economia, ma le persone sono gli ingranaggi che muovono le imprese”

Questa pagina è stata verificata tramite un processo a 3 fasi: scrittura, controllo e chiarezza. Scopri e leggi il nostro processo d i revisione.