Dritto al punto
  1. La scelta tra inquadrare come Quadro o Dirigente dipende in sostanza da valutazioni di costo e di responsabilità
  2. Il Dirigente ti costa di più, ma ha molta più autonomia e responsabilità (sia sul piano civile che penale)
  3. Il Dirigente puoi licenziarlo più facilmente, ma ha un periodo di preavviso molto lungo

Principali differenze tra Dirigente e Quadro

CaratteristicaDirigenteQuadro
Giorni e orario di lavoroNon ha orario e riposa 1 giorno a settimana (oltre festività e ferie)Ha un orario di lavoro e ha diritto a ~1 settimana in più di ferie e permessi
Costo aziendaPiù alto perché include polizza RC (Responsabilità Civile) e polizza sanitaria più costosePiù basso perché le polizze RC e sanitaria costano meno
StraordinariNoSì, possono essere forfettizzati
Modalità di assunzione– tempo indeterminato
– tempo determinato per massimo 5 anni
– tempo indeterminato
– tempo determinato per massimo 2 anni
ResponsabilitàResponsabili sul piano civile e penale No responsabilità penale
LicenziamentoLicenziamento più facile ma preavviso lungoLicenziamento come per altri dipendenti

Un confronto dei costi

In genere, assumere un Dirigente ti costa di più di un Quadro, perché devi pagare delle polizze assicurative e sanitarie più costose. Nella pratica, la differenza di costo tra Quadro e Dirigente non è sempre così rilevante, quindi i criteri di scelta possono essere diversi. Li vediamo insieme sotto

Di seguito vediamo la differenza di costo per legge (cioè per CCNL), a parità di RAL, di prendere un Quadro o un Dirigente1

Nel CCNL Commercio – a parità di RAL

DirigenteQuadro
RAL100.000100.000
Costo azienda2146.391,41135.287,41

Nel CCNL Metalmeccanica – a parità di RAL

DirigenteQuadro
RAL100.000100.000
Costo azienda3139.547,41136.923,41

Come decidere se qualificare come Quadro o Dirigente?

Dipende dalle tue priorità:

  • Tipo di profilo: se cerchi un profilo con molta esperienza e autonomia, Dirigente
  • Risparmio costi: se preferisci risparmiare, Quadro (a parità di RAL, un Dirigente ti costa fino a €10.000 – €15.000 in più)
  • Responsabilità: se cerchi una persona che sia davvero autonoma e che risponda in prima persona del suo operato, Dirigente
  • Possibilità di licenziare: se vuoi essere più libero nel licenziare, Dirigente (basta che non lo licenzi per ragioni pretestuose o inesistenti)

Il consiglio di Jet HR

  • Puoi offrire un ruolo da dirigente sia per attrarre i talenti giusti sul mercato, sia per far crescere internamente dei dipendenti che vuoi motivare a rimanere in azienda
  • Il dirigente è facile da licenziare, perché è sufficiente non licenziarlo per ragioni pretestuose o inesistenti (c.d. “giustificatezza”). In realtà, a seconda della maggiore o minore fondatezza del licenziamento si quantificano le indennità ulteriori che di solito si danno al dirigente licenziato (in aggiunta al preavviso). Più il datore di lavoro ha ragione nel licenziare il dirigente, meno mensilità ha senso dargli, fino ad arrivare a zero. Più il dirigente ha ragione, più alte sono le indennità che conviene dargli
  • Il periodo di preavviso del dirigente è molto lungo, quindi rischi di trovarti con una persona licenziata, demotivata e magari arrabbiata, per 12 mesi in azienda. Nella pratica, spesso ti conviene pagargli il preavviso

Domande Frequenti

Assumere un Dirigente costa sempre di più di un Quadro?

A parità di RAL, di solito sì, perché sono previste per legge delle polizze sanitarie e di responsabilità civile con costi abbastanza elevati. Questo può cambiare a seconda del CCNL applicabile, quindi rivolgiti al tuo consulente del lavoro per avere un quadro dei costi preciso. Se usi Jet HR, rivolgiti al tuo consulente del lavoro del Jet HR Partner Network!

  1. Come in tutti i contratti, se assumi qualcuno alla RAL minima da CCNL (senza superminimo assorbibile), ad ogni rinegoziazione del CCNL dovrai adeguare lo stipendio ↩︎
  2. La differenza tra RAL e costo azienda comprende TFR, contributi e premi assicurativi ↩︎
  3. La differenza tra RAL e costo azienda comprende TFR, contributi e premi assicurativi ↩︎
Autore dell’articolo
Margherita M. Pili Margherita M. Pili Assistente Legale
Margherita è assistente legale presso un primario studio di avvocati giuslavoristi, dove lavora da oltre 8 anni. Ha una passione per la semplificazione e una profonda conoscenza della legge del lavoro.

Nota rapida: questa non deve essere considerata una consulenza fiscale. Poiché le norme fiscali cambiano nel tempo e possono variare a seconda del luogo e del settore, consultate un commercialista o un consulente fiscale per avere indicazioni specifiche. Trova un consulente paghe con Jet HR.

Revisionato da
Martina Lecis Martina Lecis Consulente del lavoro

Percorso di studi

  • Laurea in economia all’università di Cagliari nel 2011
  • Abilitazione a Consulente del Lavoro nel 2014
  • Diploma Politiche attive e gestione del personale nel 2019




Biografia
Martina Lecis è una consulente del lavoro del Jet HR Partner Network. È iscritta all’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Cagliari con numero 764. È abilitata al rilascio della certificazione ASSE.CO che permette di certificare e ‘asseverare’ la regolarità contributiva, retributiva e il rispetto della normativa generale delle imprese nei rapporti di lavoro. E’ ocente nei corsi di formazione obbligatori relativi al personale dipendente ( formazione di base, specifica, RLS) e al Datore di Lavoro (RSPP). Nel 2019 ha fondato I’m Impresa per servire i suoi clienti a 360 gradi.

Questa pagina è stata verificata tramite un processo a 3 fasi: scrittura, controllo e chiarezza. Scopri e leggi il nostro processo d i revisione.