Dritto al punto
  1. Il periodo di prova ti serve per valutare il lavoratore: se non ti piace, puoi recedere dal contratto senza preavviso e senza motivazioni
  2. Anche il lavoratore può recedere in ogni momento durante la prova: il rischio per te è di dover riniziare il processo di selezione

Come prevedere un periodo di prova

Innanzitutto, il periodo di prova non è obbligatorio. E’ però utilizzato quasi sempre, perché permette sia a te che al lavoratore di recedere liberamente dal contratto per un certo periodo di tempo

Contratto a tempo indeterminato

Step 1: definisci il livello di inquadramento del dipendente

Step 2: controlla se il CCNL a te applicabile prevede una durata massima per i periodi di prova. Se il CCNL la prevede, rispettala. Altrimenti, non superare i 6 mesi

Step 3: inserisci una clausola sul periodo di prova sia nella lettera di impegno/intendi (se la utilizzi), sia nel contratto. Devi prevederla sempre prima che il dipendente abbia iniziato a lavorare

Attenzione! Per complicare ulteriormente le cose, a volte i giorni del periodo di prova sono di calendario e a volte sono di lavoro effettivo. Cambia da CCNL a CCNL: se usi Jet HR, chiedi al tuo consulente del lavoro del Jet HR Partner Network

Di seguito il riepilogo della durata massima prevista da 3 diversi CCNL per un contratto a tempo indeterminato

CCNL Metalmeccanica-Industria1

LivelloDurata ordinaria
B2, B3 e A16 mesi
C2, C3 e B13 mesi
D1, D2 e C11 mese e ½
Si tratta di giorni di calendario, non di lavoro effettivo

CCNL Commercio

LivelloDurata ordinaria
Quadri e 1°6 mesi
2°,3°,4° e 5°60gg
6° e 7°45gg
Per i Quadri e i 1° livello sono giorni di calendario, per gli altri livelli giorni di lavoro effettivo

CCNL Pubblici esercizi2

LivelloDurata ordinaria
A e B180gg
1150gg
275gg
345gg
4 e 530gg
6s20gg
6 e 715gg
Si tratta di giorni di lavoro effettivo, non di calendario

Contratto a tempo determinato

Nel contratto a tempo determinato funziona un po’ diversamente. Lo approfondiamo in questo articolo

Come stabilire il periodo di prova con Jet HR

Con la piattaforma Jet HR, quando assumi un nuovo dipendente puoi indicarci il periodo di prova che vuoi prevedere in due semplici passaggi:

Licenziamento o dimissioni durante il periodo di prova

Durante il periodo di prova, sia te che il dipendente potrete interrompere il rapporto di lavoro senza obbligo di motivazioni e di preavviso (e quindi senza incorrere in penali). Fai attenzione solamente a dare al dipendente in prova un tempo ragionevole per essere valutato e a fargli fare effettivamente le mansioni previste da contratto

Il consiglio di Jet HR

  • Struttura il periodo di prova con degli obiettivi e dei target facilmente misurabili, che il lavoratore deve raggiungere entro la fine della prova, così da avere dei criteri oggettivi per decidere
  • Può capitare che, dopo aver investito tempo e risorse nella ricerca e selezione di un dipendente, questo se ne vada durante il periodo di prova. Tieni traccia dei profili che hai visto durante la selezione in modo da poter facilmente ricontattare altri validi candidati

Domande Frequenti

Quali diritti ha il lavoratore nel periodo di prova?

Ha diritto al normale trattamento economico e normativo, comprese le ferie, il trattamento di fine rapporto, ed il riconoscimento dell’anzianità lavorativa per il periodo di svolgimento della prova

Posso sospendere il periodo di prova?

Sì, il periodo di prova è sospeso in caso di: malattia e infortunio (fino alla fine del periodo di comporto), gravidanza, sciopero o sospensione dell’attività da parte del datore di lavoro e ferie. In questi casi, il periodo di prova Ã¨ prolungato in misura corrispondente alla durata dell’assenza

Come deve dare le dimissioni il dipendente durante il periodo di prova?

Non serve l’invio delle dimissioni telematiche. In teoria basterebbe anche comunicarle in via orale, ma nella pratica è meglio avere una comunicazione scritta

Cosa succede se il lavoratore fa mansioni diverse da quelle indicate nel patto di prova?

Succede che il patto di prova è nullo e quindi non puoi recedere liberamente dal rapporto per mancato superamento della prova

Se rinnovo un contratto a tempo determinato posso prevedere un nuovo periodo di prova?

In caso di rinnovo di un contratto di lavoro per lo svolgimento delle stesse mansioni, non puoi prevedere un nuovo periodo di prova

Cosa succede se non prevedo un periodo di prova prima che il dipendente abbia iniziato a lavorare

Non puoi più farci nulla, il dipendente non è in prova. In più, se non hai previsto un periodo di prova nel contratto e recedi lo stesso perché non ti piace il dipendente, puoi dover pagare minimo 6 mensilità di retribuzione

  1. Eccezioni: il periodo di prova è ridotto rispetto a questa tabella per lavoratori abbiano svolto identiche mansioni per almeno 2 anni presso altre aziende, che abbiano completato presso altre aziende il periodo di apprendistato professionalizzante con riferimento allo stesso profilo professionale di assunzione, o che per 6 mesi abbiano già svolto un periodo di stage nella stessa mansione ↩︎
  2. Eccezione: il personale che entro 2 anni viene riassunto, con la stessa qualifica, presso la stessa azienda dove ha già superato il periodo di prova, non deve fare un nuovo periodo di prova ↩︎
Autore dell’articolo
Margherita M. Pili Margherita M. Pili Assistente Legale
Margherita è assistente legale presso un primario studio di avvocati giuslavoristi, dove lavora da oltre 8 anni. Ha una passione per la semplificazione e una profonda conoscenza della legge del lavoro.

Nota rapida: questa non deve essere considerata una consulenza fiscale. Poiché le norme fiscali cambiano nel tempo e possono variare a seconda del luogo e del settore, consultate un commercialista o un consulente fiscale per avere indicazioni specifiche. Trova un consulente paghe con Jet HR.