Dritto al punto
  • Sei obbligato a pagare l’assistenza sanitaria dei tuoi dipendenti (integrativa o sostitutiva rispetto a quella prevista dal SSN)
  • Ogni CCNL ha un suo Fondo di assistenza sanitaria: il costo per te dipende proprio dal CCNL (ad es: con il CCNL Commercio paghi 10€ al mese per dipendente)
  • Valuta di estendere l’assicurazione sanitaria dei dipendenti pagando una quota integrativa: è una forma di welfare molto apprezzata dai dipendenti, e ti costa sicuramente meno di un aumento di RAL

L’assistenza sanitaria dei dipendenti è obbligatoria?

Sì, sei obbligato a pagarla. Devi iscrivere i tuoi dipendenti al Fondo di assistenza sanitaria1 previsto dal tuo CCNL e versare ogni mese la quota dovuta (in alcuni casi puoi decidere di non pagare il Fondo e di versare al dipendente una “quota sostitutiva”, ma non conviene farlo – vedi le Domande frequenti sotto)

Quanto ti costa?

  • La quota per dipendente varia a seconda del Fondo previsto dal CCNL che applichi e il dipendente non la percepisce direttamente in busta paga
  • Su quello che versi non paghi tasse e, anzi, permette sia a te che al dipendente di pagare meno tasse; in particolare, il dipendente può portare in deduzione sia la quota che versi che il costo della prestazione

A chi spetta?

In generale a tutti i dipendenti a tempo indeterminato, anche part time, salvo migliori condizioni previste dai CCNL.

CCNL COMMERCIO

FONDO EST

  • È previsto dal CCNL Commercio per i dipendenti a tempo indeterminato anche part-time, esclusi i quadri
  • Rimborsa al dipendente le spese sanitarie o le paga direttamente
  • Copre prestazioni sanitarie tramite SSN o strutture convenzionate, pacchetti di prevenzione e convenzioni che danno la possibilità di accedere a sconti particolari (e.g. convenzione gruppo Essilorluxottica per l’acquisto di lenti o occhiali)

Costo per dipendente

Contributo carico aziendaContributo carico lavoratore
Con Fondo Est10€/mese
13€/mese dal 1.4.25
2€/mese
Iscrizione una tantum30€

Cassa Assistenza Sanitaria “Qu.A.S.”

  • Qu.A.S. è il fondo previsto per i Quadri della tua azienda
  • Funziona come il Fondo Est, ma offre molto di più a livello di prestazioni sanitarie

Costo per dipendente

Contributo carico aziendaContributo carico lavoratore
Con Qu.A.S.350€/anno
370€/anno dal 1.1.25
390€/anno dal 1.1.26
56€/anno
Iscrizione una tantum285,9€

CCNL METALMECCANICA INDUSTRIA – MÈTASALUTE

Mètasalute è il fondo sanitario indicato dal CCNL Metalmeccanica Industria e previsto per i lavoratori:

  • a tempo indeterminato anche part-time, non in prova
  • apprendisti
  • a tempo determinato per almeno 5 mesi dalla data di iscrizione
  • altri casi molto specifici2

Funziona tramite rimborso o pagamento diretto e offre sia al lavoratore che ai suoi familiari prestazioni sanitarie, pacchetti di prevenzione e prestazioni extra (e.g. visite di logopedia per figli minorenni).

Costo per dipendente

Il contributo a carico dell’azienda è di 156€ all’anno per dipendente

Il Consiglio di Jet HR

Valuta di prevedere un’estensione dell’assistenza sanitaria prevista dal tuo CCNL, come parte di un pacchetto di welfare che offri ai tuoi dipendenti: è uno degli elementi per i dipendenti di maggior interesse e attrattiva. Tu pagherai una quota integrativa a quella prevista dal CCNL, ma loro avranno accesso a molte più prestazioni sanitarie. In termini di netto, dovresti dare loro un aumento di RAL molto superiore al costo che sostieni per la quota integrativa, per sostenere quel tipo di spese mediche

Domande Frequenti

Posso decidere di non versare la quota al Fondo?

In alcuni casi puoi decidere di non versare la quota al Fondo, ma di pagare direttamente il dipendente (ad es. con il CCNL Commercio). In ogni caso, non è consigliabile farlo perché:

  1. ti costa generalmente di più (ad es: con il CCNL Commercio, devi versare al dipendente 16€ lordi x 14 mesi e al quadro 518€ lordi/anno);
  2. ti rendi “responsabile” delle prestazioni che il lavoratore “perde”, nel senso che rischi che il lavoratore chieda all’azienda, oltre alla quota che gli viene versata, anche ulteriori rimborsi persi (es: se il dipendente ha “perso” il diritto a ottenere il rimborso degli occhiali nuovi, può chiedere questi soldi a te)

Posso scegliere un Fondo diverso da quello previsto dal mio CCNL?

In teoria sì, ma è poco utilizzato e non consigliabile: comporta delle complessità a livello burocratico. Piuttosto, ti conviene integrare la quota che versi al Fondo del tuo CCNL, estendendo la copertura sanitaria a cui hanno diritto i tuoi dipendenti

Fonti

  1. I Fondi offrono ai lavoratori prestazioni sanitarie integrative (e.g. check up gratuiti annuali) e sostitutive (e.g. visite specialistiche) a quelle garantite dal SSN (Sistema Sanitario Nazionale) ↩︎
  2. lavoratori in aspettativa per malattia, per i periodi di congedo parentale, per i periodi di sospensione per i quali è corrisposta la retribuzione e/o indennità a carico dell’Istituto previdenziale, per i lavoratori sospesi che beneficiano dell’istituto della Cig in tutte le sue tipologie e, per un periodo massimo di 12 mesi, per i lavoratori cessati a seguito di procedura di licenziamento collettivo di cui alla L. n. 223/1991 ovvero ai sensi dell’art. 7, L. n. 604/1966, che beneficiano della Naspi. ↩︎
Autore dell’articolo
Margherita M. Pili Margherita M. Pili Assistente Legale
Margherita è assistente legale presso un primario studio di avvocati giuslavoristi, dove lavora da oltre 8 anni. Ha una passione per la semplificazione e una profonda conoscenza della legge del lavoro.

Nota rapida: questa non deve essere considerata una consulenza fiscale. Poiché le norme fiscali cambiano nel tempo e possono variare a seconda del luogo e del settore, consultate un commercialista o un consulente fiscale per avere indicazioni specifiche. Trova un consulente paghe con Jet HR.

Revisionato da

Questa pagina è stata verificata tramite un processo a 3 fasi: scrittura, controllo e chiarezza. Scopri e leggi il nostro processo d i revisione.