Dritto al punto
  • Sei obbligato per legge a indicare le mansioni (cioè le attività specifiche) che svolgerà il lavoratore nella tua azienda all’interno del contratto: più sono dettagliate, più sei tutelato
  • Se non indichi correttamente le mansioni nel contratto, o se nella realtà il lavoratore svolge mansioni diverse, rischi, soprattutto in caso di mancato superamento della prova e di licenziamento
  • Mansioni da CCNL vs mansioni reali

    Alcuni CCNL non definiscono in maniera dettagliata tutti i compiti previsti per una specifica mansione. Per questo è sempre meglio elencare in modo dettagliato le mansioni spiegando bene cosa ti aspetti che il lavoratore sappia fare: più sono dettagliate1 e rispecchiano la realtà, più sei tutelato

    Esempio:

    • Mansione da CCNL: addetto al customer service
    • Mansioni specifiche: Gestire le comunicazioni in arrivo dai clienti attraverso vari canali aziendali (email, telefono, Slack, ecc.), rispondendo direttamente alle richieste generiche e indirizzando quelle che richiedono approfondimenti alla funzione competente. Assicurarsi che ogni cliente riceva una risposta entro 12 ore e sollecitarla se necessario ecc.

    Cosa rischi se il lavoratore svolge mansioni diverse?

    1. Mansioni diverse ma equivalenti

    Il lavoratore svolge mansioni diverse ma equivalenti a quelle per cui è stato assunto:

    1. non dovrai modificare il contratto
    2. la retribuzione resta invariata

    Esempio CCNL Commercio

    • Tipo azienda: Agenzia di pubblicità
    • Inquadramento lavoratore: 2° livello
    • Mansione da contratto: “visualizer”
    • Mansione svolta nella realtà: “assistente art director”
    • Le due mansioni rientrano nello stesso livello di inquadramento → nessun problema!

    2. Mansioni superiori

    Il lavoratore svolge mansioni superiori a quelle per cui è stato assunto. Tu dovrai:

    1. modificare il contratto
    2. adeguare il livello di inquadramento e il relativo stipendio

    Eccezione: l’assegnazione al livello superiore può essere solo temporanea in alcuni casi specifici. Leggi di più qui!

    Esempio CCNL Commercio

    • Tipo azienda: Agenzia di pubblicità
    • Inquadramento lavoratore: 2° livello 2
    • Mansione: “visualizer”
    • Mansione effettivamente svolta: “art director”
    • Le due mansioni rientrano in livelli diversi → rischio causa legale per riconoscimento mansioni superiori e pagamento differenze retributive

    3. Mansioni inferiori

    Di norma non puoi adibire il lavoratore a mansioni inferiori rispetto a quelle per cui è stato assunto (demansionamento).

    Eccezioni: previste solo in specifici casi, come in occasione di una riorganizzazione aziendale che incide sulla posizione del lavoratore. Leggi di più qui!

    Licenziamento e mansioni

    Mancato superamento del periodo di prova

    Il lavoratore può contestare il mancato superamento della prova (e far dichiarare il licenziamento illegittimo):

    • se non indichi le mansioni nel contratto
    • se indichi le mansioni, ma il lavoratore svolge mansioni diverse durante il periodo di prova o ne fa solo una minima parte
    • se indichi le mansioni, ma il periodo di tempo troppo breve per valutare se le mansioni sono state svolte correttamente (es: lo licenzi dopo 15 giorni)

    Licenziamento per giustificato motivo oggettivo

    Se licenzi il lavoratore perché non hai più bisogno di quella mansione specifica:

    • prima di procedere al licenziamento devi verificare la possibilità di reimpiegare il dipendente in un’altra funzione di pari livello o anche di livello inferiore e proporlo al lavoratore (c.d. repechage)
    • nel caso di più lavoratori addetti a quella mansione dovrai adottare criteri oggettivi nella scelta della risorsa da licenziare (es: anzianità lavorativa)
    • nel caso in cui il lavoratore ti faccia causa, dovrai provare che la posizione eliminata non è più necessaria o è stata esternalizzata

    Licenziamento per giustificato motivo soggettivo

    Se licenzi il lavoratore per scarso rendimento, dovrai provare che il lavoratore:

    • aveva tutti gli strumenti utili al raggiungimento degli obiettivi
    • ha avuto una performance che si discosta notevolmente dalla media degli altri dipendenti
    • ha avuto un rendimento scarso protratto nel tempo

    Attenzione! È praticamente impossibile dimostrare licenziare un lavoratore per scarso rendimento (leggi di più qui)

    Il Consiglio di Jet HR

    Puoi considerare di adottare un “manuale” interno dei ruoli aziendali, in cui specifichi per ogni ruolo quali sono nel dettaglio le mansioni attribuite. In questo modo, nel contratto potrai semplicemente indicare il ruolo che il lavoratore dovrà svolgere e rimandare al manuale interno. Esempio: “addetto customer service, secondo le mansioni dettagliatamente definite nel manuale interno aziendale”

    1. Devi spiegare chiaramente i compiti che il dipendente dovrà svolgere, le responsabilità e il suo grado di autonomia. ↩︎
    Autore dell’articolo
    Margherita M. Pili Margherita M. Pili Assistente Legale
    Margherita è assistente legale presso un primario studio di avvocati giuslavoristi, dove lavora da oltre 8 anni. Ha una passione per la semplificazione e una profonda conoscenza della legge del lavoro.

    Nota rapida: questa non deve essere considerata una consulenza fiscale. Poiché le norme fiscali cambiano nel tempo e possono variare a seconda del luogo e del settore, consultate un commercialista o un consulente fiscale per avere indicazioni specifiche. Trova un consulente paghe con Jet HR.

    Revisionato da

    Percorso di studi

    • Laurea triennale interprete e traduttore SSML Carlo Bo di Roma nel 1998
    • Laurea in Giurisprudenza Università Marconi nel 2011
    • Corso abilitante Mediatore Civile professionista nel 2011
    • Abilitazione a Consulente del Lavoro nel 2004

    Biografia
    Luisa Burgio è una consulente del lavoro del Jet HR Partner Network. E’ iscritta all’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Agrigento con numero 259 dal 2004.
    E’ specializzata in organizzazione e sviluppo aziendale, ottimizzazione dei costi del personale, assunzioni agevolate, gestione del contenzioso del lavoro.
    Appassionata di formazione, è stata docente in corsi di formazione per informatica di base, gestione del personale, payroll e nei corsi per praticanti consulenti del lavoro organizzati dall’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Agrigento.
    Gestisce uno studio di consulenza fiscale e del lavoro ad Agrigento insieme al fratello.

    “L’investimento più importante per un imprenditore è quello che fa sulle persone che lo supportano”

    Questa pagina è stata verificata tramite un processo a 3 fasi: scrittura, controllo e chiarezza. Scopri e leggi il nostro processo d i revisione.