Dritto al punto

Il libretto di famiglia è un tipo di prestazione che possono richiedere solo le persone fisiche per farsi fare certi lavori non professionali (es: pulizie, giardinaggio, ecc.). La paghi tramite un sistema di voucher elettronici e nel rispetto di certi limiti di spesa annuali

Un po’ di contesto

Hai bisogno di un insegnante privato o di qualcuno che ti dia una mano con i lavori domestici? Puoi valutare di usare un “libretto di famiglia”: possono richiedere questo tipo di prestazione solo persone fisiche per lavori non professionali o d’impresa, a differenza di quanto accade per i contratti di prestazione occasionale (se vuoi saperne di più leggi qui).

Step 1 Valuta i limiti di applicazione ed economici

Limiti di applicazione

Il libretto di famiglia può essere utilizzato solo per:

  • piccoli lavori domestici (e.g. pulizie, giardinaggio ect.)
  • assistenza domiciliare a bambini e anziani, malati o con disabilità
  • insegnamento privato supplementare

Divieto di utilizzo il lavoratore ha con te un contratto (di lavoro subordinato o co.co.co.) o è cessato da meno di 6 mesi

Limiti economici per te (utilizzatore)

  • massimo 10.000€ / anno
  • massimo 2.500€/anno per singolo lavoratore (prestatore)

Limiti economici per il lavoratore (prestatore)

  • massimo 5.000€ / anno
  • massimo 2.500€ /anno con ogni utilizzatore

Quindi, in un anno potrà ricevere max. 5.000€ da dividere tra almeno 2 utilizzatori (2.500€ ciascuno)

Gli importi vanno calcolati al netto di contributi, premi assicurativi e costi di gestione.

Step 2. Valuta il costo

Il libretto di famiglia è un libretto virtuale che:

  • devi ricaricare (i dettagli sotto)
  • è composto da voucher virtuali da 10€ che puoi usare per pagare 1h di lavoro

I 10€ comprendono già tutto quello che devi versare!

Step 3. Attivazione e pagamento

  1. Sia tu che il lavoratore dovrete registrarvi sul portale dedicato (qui)
  2. Il rapporto di collaborazione potrà iniziare
  3. Al termine della prestazione e non oltre il 3°gg del mese successivo, in qualità di datore di lavoro, dovrai registrare sul portale tutti i dati relativi al rapporto di collaborazione (e.g. compenso, durata ect)
  4. L’INPS, entro il 15 del mese successivo a quello in cui la prestazione si è svolta, pagherà direttamente il lavoratore con la modalità indicata nella registrazione

Domande Frequenti

Quali sono i limiti per il lavoratore?

  • massimo 5.000€ / anno
  • massimo 2.500€ /anno con ogni utilizzatore (elevato a 5.000€ per steward negli impianti sportivi)

Quindi, in un anno potrà ricevere, salvo eccezioni, 5.000€ in prestazioni occasionali da dividere tra almeno 2 utilizzatori (2.500€ ciascuno)

Cosa comprendono i 10€ di voucher?

I voucher virtuali contengono nei 10€:

  • 8€ per la prestazione lavorativa
  • 1,65€ contributi Gestione Sperata INPS
  • 0,25€ assicurazione INAIL
  • 0,10€ oneri di gestione

Autore dell’articolo
Margherita M. Pili Margherita M. Pili Assistente Legale
Margherita è assistente legale presso un primario studio di avvocati giuslavoristi, dove lavora da oltre 8 anni. Ha una passione per la semplificazione e una profonda conoscenza della legge del lavoro.

Nota rapida: questa non deve essere considerata una consulenza fiscale. Poiché le norme fiscali cambiano nel tempo e possono variare a seconda del luogo e del settore, consultate un commercialista o un consulente fiscale per avere indicazioni specifiche. Trova un consulente paghe con Jet HR.

Revisionato da

Questa pagina è stata verificata tramite un processo a 3 fasi: scrittura, controllo e chiarezza. Scopri e leggi il nostro processo d i revisione.