Un po’ di contesto

  • Quando assumi un lavoratore, devi inquadrarlo in un certo livello del CCNL (per sapere come fare, leggi qui): ad ogni livello, corrisponde uno stipendio minimo e tu non puoi pagare meno il lavoratore
  • Puoi decidere, invece, di pagare il lavoratore di più del minimo: per farlo, puoi dargli un “superminimo”
  • Ogni tot anni, poi, lo stipendio del lavoratore aumenta indipendentemente dal fatto che gli dai una promozione, perché ci sono degli “scatti di anzianità”

Retribuzione minima da CCNL

Ogni CCNL prevede certi livelli di inquadramento, a seconda delle mansioni che svolge il lavoratore, che prevedono degli stipendi minimi. Di seguito qualche esempio:

CCNL COMMERCIO – minimi tabellari

LivelloRetribuzione (dal 1° aprile 2024)
Q2.871,40
12.402,41
22.145,67
31.906,68
41.716,68
51.599,29
61.486,98
71.350,75

CCNL METALMECCANICA INDUSTRIA – minimi tabellari

Livellodal 1° giugno 2023dal 1° giugno 2024
A12.493,212.539,22
B32.434,882.479,81
B22.181,002.221,25
B12.032,932.070,45
C31.896,641.931,64
C21.770,961.803,64
C11.734,291.766,30
D21.697,621.728,95
D11.530,861.559,11

Superminimo

  • Se vuoi pagare il lavoratore più dello stipendio minimo previsto dal CCNL per quel livello, puoi dargli un superminimo: puoi farlo sia in fase di assunzione, che in seguito
  • Puoi darlo individualmente (concordato con un singolo lavoratore) o collettivamente (previsto dal CCNL per un insieme di lavoratori)
  • Il superminimo può essere
    • assorbibile: quando i rinnovi del CCNL prevedono aumenti di stipendio o tu cambi il livello del lavoratore, il superminimo “assorbe” l’aumento e di fatto tu non paghi di più il lavoratore (perché già lo pagavi di più del minimo previsto); non assorbe invece gli scatti di anzianità;
    • non assorbibile: anche se c’è un aumento previsto dal CCNL o da cambi di livello, il superminimo non “assorbe”, ma rimane fisso e tu devi pagare di più il lavoratore;
  • Il superminimo deve essere messo per iscritto (o nel contratto di lavoro o in un documento separato)

Attenzione! Perché il superminimo sia assorbibile deve essere esplicitato nel contratto o nell’accordo

Scatti di anzianità

Dopo tot. anni che un dipendente ha lavorato per te, la sua retribuzione minima subisce un aumento poco significativo per “scatti di anzianità” (ad es: un III liv. del Commercio ha uno scatto di ~22€ al mese dopo 3 anni, mentre uno stesso livello del CCNL Metalmeccanica di ~25€ dopo 2). Il numero di anni dopo i quali si ha diritto ad ogni aumento, il numero max. di scatti e il valore sono determinati dal CCNL che applichi. Ad esempio:

  • CCNL Commercio: scatti ogni 3 anni e max 10 scatti complessivi
  • CCNL Metalmeccanica – Industria: scatti ogni 2 anni e max 5 scatti complessivi
  • CCNL Pubblici esercizi: scatti ogni 4 anni e max 6 scatti complessivi
Il Consiglio di Jet HR
  • Tra superminimo assorbibile e non assorbibile, ti conviene scegliere il primo perché ti evita un costo del personale che aumenta indipendentemente dalla tua volontà (ad es: quando ci sono aumenti dei minimi previsti dal CCNL)
  • Con il superminimo puoi dare senza problemi al lavoratore anche uno stipendio che corrisponderebbe al livello di inquadramento superiore: ad ogni modo, non è consigliabile pagare un impiegato ad un 3°-4° livello più di un quadro, per una questione di coerenza di RAL – ruolo all’interno della tua azienda

Domande Frequenti

Posso ridurre o eliminare il superminimo, dopo averlo dato al dipendente?

Dipende:

  1. Se il superminimo è individuale, dovrai concordare e firmare (di solito in sede protetta) un nuovo accordo con il lavoratore, che non potrà più contestarlo e che sarà immediatamente valido
  2. Se il superminimo è collettivo, potrà essere ridotto o eliminato solo da successiva contrattazione collettiva. Tu, anche se in accordo con il lavoratore, non puoi modificarlo.

Il superminimo che dai ai lavoratori incide sul tuo costo azienda?

Si. Il superminimo è un aumento della retribuzione che incide sia fiscalmente che dal punto di vista contributivo. Non solo, ridetermina la paga oraria e mensile e quindi ha un impatto anche sul calcolo di straordinario, ferie permessi, mensilità aggiuntive ecc.

Autore dell’articolo
Margherita M. Pili Margherita M. Pili Assistente Legale
Margherita è assistente legale presso un primario studio di avvocati giuslavoristi, dove lavora da oltre 8 anni. Ha una passione per la semplificazione e una profonda conoscenza della legge del lavoro.

Nota rapida: questa non deve essere considerata una consulenza fiscale. Poiché le norme fiscali cambiano nel tempo e possono variare a seconda del luogo e del settore, consultate un commercialista o un consulente fiscale per avere indicazioni specifiche. Trova un consulente paghe con Jet HR.

Revisionato da

Questa pagina è stata verificata tramite un processo a 3 fasi: scrittura, controllo e chiarezza. Scopri e leggi il nostro processo d i revisione.