Un po’ di contesto

Il rientro dei cervelli (o regime impatriati) permette a chi rientra in Italia, dopo un certo periodo all’estero, di ricevere per almeno 5 anni un netto molto più alto a parità di RAL, grazie ad una tassazione agevolata. Vediamo chi lo può richiedere e come funziona

Opportunità per te

Con il rientro dei cervelli, il tuo costo azienda formalmente non cambia, perché paghi il lavoratore impatriato lo stesso di un lavoratore standard. Tuttavia, è un’opportunità anche per te perché:

  • puoi offrire al lavoratore un netto molto più alto, a parità di RAL
  • puoi attrarre risorse, con esperienza in termini di innovazione e competenze, che altrimenti non sarebbero rientrate in Italia

Vantaggi per i lavoratori

Per 5 anni (in alcuni casi di più1) il lavoratore che rientra in Italia nel 2024:

  • paga le tasse solo sul 50% del suo reddito (fino a max 600.000€/anno)
  • paga le tasse solo sul 40% del suo reddito se ha già un figlio minore o gli nasce (o adotta) un figlio in Italia

Esempio:

RAL: 50.000€

  • Netto lavoratore standard: 32.100€ ca.
  • Netto lavoratore impatriato: 40.000€ ca.
  • Netto lavoratore impatriato con minore: 41.200€ ca.

Chi può usufruirne

I lavoratori che:

  • hanno almeno una laurea triennale e lavorano in certi ruoli (ad es: imprenditore/amministratore, liberi professionisti ed esperti di materie scientifiche, ecc.). Puoi controllare qui se il tuo ruolo rientra tra questo (livello 1, 2 o 3)
  • hanno vissuto all’estero2 per almeno 3 anni (6 o 7 per alcuni casi specifici, vedi nota 1)
  • si impegnano a vivere in Italia per almeno 4 anni e che lavorano per la maggior parte dell’anno in Italia

Rischi e sanzioni

Se il lavoratore mantiene la residenza in Italia per meno di 4 anni consecutivi, l’Agenzia delle Entrate recupererà le imposte risparmiate con l’aggiunta degli interessi, ma senza l’applicazione di sanzioni.

Come è cambiata la normativa

Caratteristiche pre 20242024
Tempo residenza all’esteromin. 2 annimin. 3 anni
Residenza in Italiamin. 2 annimin. 4 anni
Tipologia lavoratorinessun requisitoalta specializzazione
Proroga beneficio fiscale per acquisto casa5 anni (tot 10 anni)3 periodi d’imposta (tot 8 anni)

Domande Frequenti

A quali tipi di redditi si applica l’incentivo?

L’incentivo si applica solo a:

  • redditi da lavoro dipendente e assimilabili
  • redditi da lavoro autonomo professionale (no artigiani o commercianti)

Come si calcolano gli anni di residenza all’estero e di residenza in Italia?

Gli anni a cui si riferisce l’incentivo sono anni solari. Significa che se, ad esempio, il lavoratore rientra in Italia a marzo 2024, l’agevolazione vale per i periodi d’imposta 2024, 2025, 2026, 2027 e 2028 (totale 5 anni), e non finisce invece a marzo 2029.

  1. Se il lavoratore sposta la residenza in Italia nel 2024 e ha acquistato una casa in Italia entro il 31.12.23 (o comunque nei 12 mesi precedenti il trasferimento), ha diritto all’agevolazione per altri 3 anni (intesi come anni solari!) ↩︎
  2. Devono aver avuto la residenza fiscale all’estero. I cittadini italiani si considerano residenti all’estero se (i) sono stati iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE), oppure (ii) hanno avuto la residenza in un altro Stato ai sensi di una convenzione contro le doppie imposizioni sui redditi ↩︎
Autore dell’articolo
Margherita M. Pili Margherita M. Pili Assistente Legale
Margherita è assistente legale presso un primario studio di avvocati giuslavoristi, dove lavora da oltre 8 anni. Ha una passione per la semplificazione e una profonda conoscenza della legge del lavoro.

Nota rapida: questa non deve essere considerata una consulenza fiscale. Poiché le norme fiscali cambiano nel tempo e possono variare a seconda del luogo e del settore, consultate un commercialista o un consulente fiscale per avere indicazioni specifiche. Trova un consulente paghe con Jet HR.

Revisionato da

Percorso di studi

  • Laurea triennale interprete e traduttore SSML Carlo Bo di Roma nel 1998
  • Laurea in Giurisprudenza Università Marconi nel 2011
  • Corso abilitante Mediatore Civile professionista nel 2011
  • Abilitazione a Consulente del Lavoro nel 2004

Biografia
Luisa Burgio è una consulente del lavoro del Jet HR Partner Network. E’ iscritta all’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Agrigento con numero 259 dal 2004.
E’ specializzata in organizzazione e sviluppo aziendale, ottimizzazione dei costi del personale, assunzioni agevolate, gestione del contenzioso del lavoro.
Appassionata di formazione, è stata docente in corsi di formazione per informatica di base, gestione del personale, payroll e nei corsi per praticanti consulenti del lavoro organizzati dall’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Agrigento.
Gestisce uno studio di consulenza fiscale e del lavoro ad Agrigento insieme al fratello.

“L’investimento più importante per un imprenditore è quello che fa sulle persone che lo supportano”

Questa pagina è stata verificata tramite un processo a 3 fasi: scrittura, controllo e chiarezza. Scopri e leggi il nostro processo d i revisione.